Hotel Dei Cavalieri Barletta Hotel quattro stelle

  • italiano
  • English
  • español
  • français
  • Deutsch
  • русский
  • 日本語
  • 中文


Arte e archietettura da Barletta

Data di arrivo Data di arrivo
Data di partenza Data di partenza
Ospiti per camera
Adulti Bambini Età

Storia Arte Architettura:

Castel del Monte Andria
Capolavoro unico dell’architettura medievale che l’Unesco nel 1996 ha dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità.

 

Castello di Trani
Il castello di Trani rientra nel circuito dei castelli federiciani e fu scelto da Manfredi, figlio di Federico II, per la celebrarazione delle sue nozze con Elena d’Epiro

 

Castello Svevo di Barletta
Da non perdere lo scenografico castello di Barletta, costruito dai Normanni e modificato nei secoli da Svevi, Angioini e Aragonesi.

 

Torre Casieri Canosa di Puglia
Costruzione del II secolo d.C., che rientra nella tipologia delle tombe a dado. Esternamente, il monumento sepolcrale è rivestito di laterizi e costituito da tre corpi sovrapposti: un basamento, un corpo centrale e un piccolo tamburo cilindrico. Al suo interno si trova una volta a botte in cemento.

 

Torre Normanna o Maestra Bisceglie
Due impianti, il Normanno e lo Svevo, caratterizzano l’architettura della Torre di Bisceglie, attualmente sede del locale museo etnografico e antica guida silente dei pescatori.

 

Pinacoteca De Nittis a Palazzo della Marra Barletta
L’apertura della Pinacoteca “Giuseppe De Nittis”, nella splendida sede di Palazzo della Marra, segna una data storica per la città di Barletta che vanta, fin dal 1914, la collezione più ricca e prestigiosa delle opere del celebre pittore che rappresentò uno dei momenti più alti dell’arte dell’800 in Europa. De Nittis era nato a Barletta nel 1846, si era formato a Napoli, conquistò fama e successo a Parigi e a Londra, morì a soli 38 anni a Saint-Germain-en-Laye. La Pinacoteca che accoglie le sue opere, donate alla città natale dalla moglie Léontine Gruvelle, non rappresenta soltanto una sede museale, ma assume anche il significato di un ritorno a casa del grande artista che rinnova, dalla Puglia, il dialogo con i protagonisti dell’arte e della cultura del XIX secolo. Il percorso museografico, allestito per grandi temi, parte dall’esperienza napoletana con i paesaggi dal vero, si sofferma sulle pendici del Vesuvio, si distende lungo il fascino della modernità e della mutevolezza delle metropoli, Parigi e Londra, si apre alle suggestioni del gran mondo, svela il lirico intimismo per Léontine e le figure femminili che furono care al pittore barlettano.

 

Cattedrale di San Nicola Pellegrino Trani
Tra le più belle costruzioni romaniche pugliesi, edificata in pietra calcarea, che le conferisce una patinatura bionda e una luminosità di indubbio fascino

 

Cattedrale di Santa Maria Maggiore Barletta
La Cattedrale è caratterizzata da due parti con stili nettamente distinti: una romanica ed una gotica.

 

Cattedrale di San Sabino Canosa di Puglia
L’edificio è uno splendido esempio d’architettura in bilico tra cultura bizantina e normanna. Al suo interno conserva preziose sculture di età romanica.

 

Molfetta
Echi di un tempo lontano negli insediamenti dell’epoca del bronzo custoditi nel Pulo di Molfetta e nella Basilica della Madonna dei Martiri, ricovero per i crociati.

 

Ruvo di Puglia
Oltre che per le sue pregiate ceramiche apule, Ruvo si distingue per le sue architetture romaniche e la bellissima Cattedrale di notevole pregio artistico per il vasto repertorio scultoreo e figurativo che custodisce.

Powered by Present S.p.A.
Mobile version View Desktop version